1^Tappa Trofeo Gilles Villeneuve

Circuito Internazionale”Valle del Liri” ad Arce

REPORT GARA:

Domenica 17/11/2013 presso il Circuito Internazionale”Valle del Liri” ad Arce in provincia di Frosinone si è svolta la 1^Tappa del famosissimo Trofeo Gilles Villeneuve dedicato a questo straordinario pilota di F1.

Veniamo ora alla gara che come sempre comincia con i pilotini della Categoria 50cc Top Comer: Forse è inutile ribadirlo, ma i pilotini della 50cc Top Comer, nonostante la piccola età, sono autori di gare che emozionano adulti e piccini. Sono piccoli guerrieri che con grinta e determinazione non mollano neanche un metro all’avversario. Tra questi guerrieri, chi fa parlare di se ormai da tempo è Kevin Ferrazzano, autore della pole position e vincitore di ambedue le gare. In Gara 1 i suoi avversari, in particolare Manuel Scognamiglio e Alessio Francesco, hanno solo potuto guardare il posteriore del kart numero 7 passare sotto la bandiera a scacchi indisturbato. In Gara 2 invece, Manuel Scognamiglio riesce a non far fuggire il poleman, lo studia, lo pressa e lo attacca, ottenendo anche il miglior tempo in gara, ma ciò non basta per fermare lo scatenato Kevin Ferrazzano. Alessio Francesco conclude 3°, autore anche lui di un’ ottima gara.

Categoria 60cc Mini: La categoria più numerosa è stata la 60cc Mini, che vede 20 piloti schierati sulla griglia di partenza. Numeri che ormai, a livello regionale sono abbastanza rari. Il pilota da battere è senza dubbio Tommaso Cioci, che con il tempo di 56.038 ottiene un’importante Pole Position. In gara non c’è ne è per nessuno. Vince le gare e distacca gli inseguitori. Curiosa è invece la bagarre che vede impegnati Luca Leonardi, Andrea Ubertini, Simone Bocchino, Francesco Pio Scogamiglio e Mosconi Mattia. Inoltre sono da citare le incredibili performance di Federico Felici, che dall’ultima piazza costruisce due rimonte da paura! Infiniti scambi di posizione hanno esaltato il pubblico, i meccanici e i genitori dei “Mini” protagonisti e dopo due gare al cardiopalma, ecco i podi virtuali.

Gara 1: 1° Cioci, 2° Leonardi, 3°Mosconi

Gara 2: 1° Cioci, 2° Felici, 3° Ubertini

Categoria 60cc Super Mini: Nella 60cc Super Mini la pole è stata fatta da Federico Ricci, pilota ormai conosciuto per la fedeltà alle gare UPN, dato il cospicuo numero di frequenze. Questi però deve cedere la vittoria ad un ottimo Astone sia in Gara 1 che in Gara 2. Prata occupa la 2a posizione in entrambe le gare.

La seconda Tappa ci dirà quale pilota delle tre categorie minori si aggiudicherà il telaio messo in palio.

Categoria 125 X30, TAG e 100 Easy: Luca Osvaldi ottiene la Pole Position, staccando il tempo di 49.270. Una prima posizione conquistata in maniera tiratissima, se solo pensiamo che Andrea Sgamma, ottiene il 2° tempo con 49.275. Solo 5 millesimi di distacco!

Nella Tag il miglior tempo è di Emiliano Petrossi e nella 100 di Easy Piratoni.

Gara 1. Partenza valida. Tutti compatti, così compatti che Petrossi urta Osvaldi che perde il controllo del mezzo, colpendo così anche Sgamma. Chi esce illeso da questa situazione è Marasci (partito 4°), seguito da Di Dato (partito 5°). I due finiranno nell’ordine, nonostante le rimonte di Osvaldi e Sgamma, vincendo così rispettivamente Gara 1 della Tag e della X30.

Si riparte nel pomeriggio per Gara 2. Partiti e… di nuovo carambola. Contatto abbastanza roccambolesco tra Marasci e Osvaldi che coinvolge il resto del gruppo. Di Dato è l’unico che riesce ad uscire senza problemi dalla prima curva, garantendosi un distacco così grande, da giungere incredulo sotto la bandiera a scacchi senza alcun tipo di problema. Osvaldi, sfortunatissimo, è costretto addirittura al ritiro. Sgamma invece riesce a ripartire e conclude 2°. Nella Tag invece vince Petrossi, nella 100 Easy Piratoni.

125cc Formula C: Il veterano Romeo Chiodi ottiene una spettacolare Pole Position ai danni di D’ Apollonio e il Campione Italiano Adrenalina Blu. In Gara 1 Chiodi è costretto al ritiro per un problema tecnico, e la lotta per la prima posizione è una questione di D’Apollonio e Adrenalina Blu. Ci si aspetta una volata finale, ma nonostante il miglior tempo in gara, Adrenalina si ferma a 5 giri dal termine. Così vince D’Apollonio, davanti a Baldassarra e Randazzo.

Gara 2 è tutta un’ altra storia. Chiodi vince con margine su un Adrenalina Blu. 3° giunge Ciampoli.

125cc Over e Top Driver: Sempre lui! Campione Italiano, vincitore della Cup Race Lazio e uno dei personaggi più conosciuti del Paddock, Giuseppe Acciardo conquista la Pole Position a solo 4 millesimi da Polidoro, l’unico che riesce ad opporsi concretamente al dominio del Poleman. Nella Top invece, è Mastracci (anche lui presenza ormai nota nelle gare UPN), ad ottenere la Pole Position.

In Gara 1 Acciardo deve difendersi da un ringhiante Polidoro, che ottiene anche il miglior tempo in Gara. Ma nonstante la pressione, Acciardo riesce a vincere con meno di 2 decimi di vantaggio sull’inseguitore.

In Gara 2 i ruoli si invertono: Il miglior tempo in Gara è di Acciardo, ma la vittoria e dell’altro portocolori del team Taglienti: Tommaso Polidoro.

Nella Top Mastracci vince Gara 1, ma in Gara 2 il successo va a Felice Palazzo, autore di un’ottima gara.

Ancora nulla è certo! I piloti aspettano impazienti la 2a Prova del trofeo, prevista per il 24 Novembre. In tutte le categorie sarà curioso vedere chi riuscirà a trionfare e ancora più interessante sarà sapere chi, tra i numerosissimi partecipanti al Trofeo “Gilles Villeneuve”, si aggiudicheranno i telai in palio.

Ferrazzano, Cioci, Osvaldi, Di Dato, Acciardo, Chiodi, Polidoro, sono solo alcuni dei nomi dei possibili vincitori dei titoli assoluti e dunque dei telai.

Per scoprire i vincitori dovremo attendere ancora una settimana.

In attesa di Domenica prossima, vi lasciamo con un messaggio importante da parte di Sergio Di Dato, il quale vi ricorda che il Karting deve essere e diventare uno sport popolare e accessibile a tutti.

Simone Di Dato