6^dell’U.M.A a Cavalletto

RESTART.
Di nuovo in Pista a Cavalletto.

Finite le vacanze, ricomincia il divertimento!
Sul Kartodromo di Cavalletto si è svolta la 6a Tappa della
CUP RACE U.M.A. del campionato ENDAS U.P.N..
La pista, immersa in una zona boscosa a pochi chilometri dal centro di L’Aquila, ha ospitato la manifestazione con enorme piacere e lo staff è sceso in pista con altrettanto entusiasmo.
Anche i piloti, dopo la pausa estiva, hanno approfittato dell’evento per rimettere in moto i motori e tornare a correre.
Qui a L’Aquila una costante è sicuramente il pubblico che accorre numerosissimo per questa tappa. Tutto lo staff E.N.D.A.S. è onorato da questa affluenza e ringrazia pubblicamente tutti i presenti.
Siamo ormai ad oltre metà stagione ma c’è ancora tanto da dire e a Cavalletto nessuno ha fatto sconti a nessuno.

Nella 50cc Top Comer il piccolo Christian Carratelli conquista la pole position per soli 6 millesimi su Taddei. Allo start di Gara 1 è però D’Amico a farsi notare, mettendosi in mezzo al duo di testa.
Carratelli, D’Amico e Taddei restano a trenino tutta la gara ma alla fine è Carratelli ad ottenere la vittoria.
In Gara 2 D’Amico scatta subito meglio e si prende quei metri necessari per andare a vincere la gara. 2° giunge il bravissimo Carratelli. Da elogiare la piccola Viola Scimia che al debutto conquista il 3° gradino del podio.

A fare l’andatura nella 60cc S.Mini è The Flash, affiancato da Salvini (Mini). Allo start, dalla terza piazza Colasanto si impossessa della seconda posizione e va a caccia di The Flash. Entrambi i piloti non sbagliano ma The Flash ha qualcosina in più e va a vincere la gara.
In Gara 2 la situazione resta abbastanza invariata. The Flash parte e guadagna pian piano metri sull’avversario. Dopo 11 tornate il distacco è di 9 decimi, quanto basta a The Flash per concludere in tranquillità e vincere. Ottima comunque la prestazione di Colasanto, secondo sul podio.
Salvini concludendo al terzo posto si aggiudica la 60cc Mini. Salgono con lui sul podio Tolve e Picchioni.

Daniele Marinucci è il più veloce durante le Prove Cronometrate. Al suo fianco il compagno di squadra Calista. Al via di Gara 1 Calista si prende subito la prima posizione. Marinucci prova a riagguantarla ma è Calista a tagliare per primo il traguardo sotto la bandiera a scacchi.
Gara 2 risulta molto più concitata. Il primo start non è valido. Si riparte e alla prima curva un contatto mette fuori il 75% dei partenti. Ancora tutto da rifare.
Finalmente la terza partenza è buona. Calista resta in testa seguito da Marinucci. Alle loro spalle si infiamma la lotta tra Parente e Barbarossa. Siamo ancora al primo giro. I piloti arrivano all’ultima staccata prima del traguardo. Il duo di testa è molto vicino e in frenata Marinucci ha la peggio, andando in testacoda. Ritiratosi il rivale più pericoloso, Calista vince con serenità e si aggiudica una gara molto importante in ottica campionato. Intanto Parente è messo fuori da un problema tecnico e Barbarossa si va a prendere un buon 2° posto sulla pista di casa.

Un ritrovato Colalongo ottiene la Pole Position della 125cc S.Tag. Al suo fianco scatta Ferrigni (X30).
Allo start dalla seconda fila Panico infila Ferrigni e va all’inseguimento di Colalongo. Il duo di testa prende metri, mentre alle spalle di Ferrigni si assiste ad un duello senza riserva tra Cimmino e Monia Carratelli.
Colalongo si assicura la pole di Gara 2, seguito da Panico. 3° Ferrigni davanti a Carratelli e Cimmino.
In Gara 2 Panico è out ancora prima di partire. Colalongo ne approfitta, lasciando la rivale Carratelli in lotta con Ferrigni. La giovane pilotessa però non alza il piede: sorpassa il pilota molisano e si lancia all’inseguimento del leader, spinta da un tifo calorosissimo. La tensione si fa alta. Carratelli prova il sorpasso in un paio di punti del circuito ma Colalongo si difende egregiamente. Si arriva all’ultima curva, Monia non è abbastanza vicina e deve lasciar perdere. Colalongo va a vincere così anche Gara 2, davanti alla bravissima Carratelli.
Ferrigni vince nella X30, seguito da Cimmino.

Ultimi a scendere in pista sono i piloti delle classi con cambio. Spettacolo incredibile nel duello tra Cicolani e Di Marco. Sorpassi e controsorpassi in ogni punto. Il duello lascia tutti col fiato sospeso, finchè, a metà gara, un contatto manda in testacoda entrambi. Ad approfittare del tutto è Michele, che va a vincere la 125cc Over e la “generale”.
In Gara 2 la situazione si ripropone. Cicolani e Di Marco ricominciano con le sportellate old school ma stavolta senza conseguenze. Cicolani taglia per primo il traguardo, davanti a Di Marco (autore del best lap) e Michele (che allunga in campionato).

Si conclude così un’altra bella manifestazione. Lo staff ringrazia i proprietari dell’impianto per la grande ospitalità e tutti i presenti. La pausa estiva ha solo aumentato la voglia di correre e la competizione si fa sempre più accesa. In questo periodo tutti gli occhi sono puntati sulla Finale Nazionale, la QUEEN CUP RACE di Corridonia (5/6/7 Ottobre). Piloti, team e addetti ai lavori stanno preparando con attenzione la gara di Macerata che è un appuntamento importante, a coronare un anno di sviluppo, lavoro, fatica e sacrifici. Ne vedremo delle belle.
Appuntamento a Rieti per la 7a tappa con i “cugini” laziali.
Ancora una volta E.N.D.AS. U.P.N. in pista, accanto agli appassionati.

Attachment