6^Tappa Lazio 2°Trofeo Vega SDmax

HOTKART in Artena

In una caldissima giornata di Luglio si è consumata la VI Tappa della Cup Race Lazio ed in particolare, la seconda edizione del TROFEO VEGA-SDMAX.
Il tutto si è svolto sulla Pista di Artena, ormai appuntamento importantissimo del calendario U.P.N..
Protagonisti indiscussi di giornata sono stati il sole ed il caldo. Oltre 30 gradi ed un sole cocente hanno caratterizzato la manifestazione dall’inizio alla fine. Indubbiamente la giornata più calda di questa stagione sportiva, ma anche una delle più avvincenti.
I piloti infatti, non si sono minimamente scoraggiati ed oltre ad essere giunti in tanti hanno anche dato vita a gare avvincentissime.
In palio diversi gadget della Vega e i sedili SD-MAX, ormai costante presenza nelle gare ENDAS U.P.N.

I primi coraggiosi a scendere in pista sono stati i piccolissimi della 50cc Top Comer. Dominatore assoluto è Simone Mastronardi, uno dei bambini cresciuti nel vivaio U.P.N. e che comincia a dare belle soddisfazioni.
Dietro di lui è combattutissima la lotta per la seconda posizione tra Bruscino, Salvini e Cerroni, che arrivano nell’ordine in entrambe le gare. Ottimo esordio anche per Martini Di Nenna.

Nella 60cc S.Baby Stoyanov è decisamente il più veloce, ottenendo la pole e vincendo la prefinale.
Ciononostante in Finale è sopravanzato da un sempre velocissimo e tenacissimo Marcoccia che resiste agli attacchi del rivale per più di metà gara. A pochi giri dalla fine però allunga la staccata prima dell’ultima curva, consentendo il passaggio e la vittoria di Stoyanov. Complimenti in ogni caso anche a Marcoccia e a Aquini giunto 3°.

La 60cc Mini vede la pole position del nuovo arrivato Andrea Gentili. Questi però non è abbastanza lucido allo start e Bruscino vince con merito Gara 1. In Finale Bruscino parte e va via, mentre Gentili parte lento e va in testa coda nel corso del primo giro. La sua diventa così una rimonta disperata e non più una gara per la vittoria.
Bruscino trionfa e alle sue spalle giunge Romanelli.

60cc S.Mini è sempre combattutissima. Durantini ottiene la pole. Il piccolo pilotino giunto quest’anno in categoria ha un passo straordinario che, abbinato a due partenze impeccabili, gli consente di vincere ambedue le gare. Al suo fianco Primerano è sopravanzato da Ostuni, Carraro e Messina. Primerano è più veloce ma perde troppo tempo nel tentare di sopravanzare i rivali, consentendo l’arrivo di Di Cocco che con una staccata micidiale lo passa.
Il gruppetto, concluso anche da Riccardo è compatto fino alla fine. L’ultimo giro è al cardiopalma ma le posizioni restano inviariate, meno quelle di Riccardo e Primerano: il primo sorpassa il rivale a pochi metri dal traguardo. Durantini vince e si assicura la pole di Gara 2. Al suo fianco parte Carraro. Complimenti a Messina che conclude 4° gara 1, veramente una splendida manche
In Gara 2 mentre Durantini prende il ritmo e scappa, alle sue spalle Di Cocco compie un altro bel sorpasso, stavolta ai danni di Ostuni, che è sopravanzato alla fine anche da Fiore.
Durantini vince e si conferma così mattatore di giornata. Ottima anche la prestazione di Carraro che quest’anno continua a dimostrare una grande crescita agonistica.

Sicuramente uno dei migliori esordienti dell’anno, Emanuele Longhi, conquista la Pole Position della 125cc Tag. Subito dopo il cambio di categoria, il pilota Laziale ha ottenuto subito risultati interessanti.
La pole però non basta: dopo una buona partenza, al primo tornantino Pentassuglia si impossessa della leadership con un sorpasso magistrale e va a vincere con margine sia Gara 1, che Gara 2.
Longhi si accontenta così di un buon secondo posto, mentre Turriziani chiude terzo, dopo essersi difeso dagli attacchi di Ilaria Perciballi. Nella Tag Over primo è Vincenzo Ferrara.

Per soli 24 millesimi Spurio è il poleman della 125cc Over35 + Rookie. Al suo fianco scatta Danilo Paolini.
Allo start la prima fila è completamente sopravanzata da Stefano Falamesca, che conduce dal primo all’ultimo giro, accumulando il distacco giusto per conquistare la vittoria. Alle sue spalle si infiamma la bagarre tra Spurio, Davide Falamesca e Paolini, che giungono nell’ordine.
In Gara 2 Davide Falamesca sopravanza il fratello durante il primo giro. Per Stefano non è una gara fortunata e dopo solo un giro è costretto al ritiro per problemi di rottura del motore.
Con oltre 6 secondi di margine, Davide Falamesca tronfa davanti a Paolini, vincitore della Over 35, Perciballi e Abballe, nell’ordine.

Nella classe regina un ritrovato Daniele Damiani ottiene Pole Position e doppia vittoria. Il pilota di Italcorse deve difendersi dagli attacchi di Perez e Bianchi, ma con entrambi gli avversari mantiene le redini e passa per primo sotto la bandiera a scacchi.

Per la classifica finale del trofeo sono stati considerati i risultati di Qualifica, Gara 1 e Gara 2, ma anche i giri veloci e i distacchi.
Durante la premiazione quindi sono stati consegnati gadget vega e sedili.
Ecco tutti i podi:
50cc Top Comer: 1° Mastronardi; 2° Bruscino; 3° Salvini.
60cc S.Baby: 1° Stoyanov; 2° Marcoccia; 3° Aquini.
60cc Mini: 1° Bruscino; 2° Gentili; 3° Romanelli.
60cc S.Mini: 1° Durantini; 2° Carraro; 3° Ostuni.
125cc Tag: 1° Pentassuglia; 2° Longhi; 3° Turriziani.
125cc Tag Over: 1° Ferrara.
125cc Over 35: 1° Paolini; 2° Garaguso; 3° Bruno.
125cc Rookie: 1° Falamesca Davide; 2° Spurio; 3° Perciballi.
125cc Top Driver: 1° Damiani; 2° Perez; 3° Bianchi.

La tappa di Artena era l’ultima per il Lazio prima della pausa estiva. La stagione è a metà ma è veramente difficile fare pronostici. Cosa ci aspetterà alla fine dell’Estate?
Lo scopriremo solo con ENDAS U.P.N.

Attachment