“Il Lazio va in Abruzzo”

PESCARA…IN LAZIO

In occasione della 5a Tappa, la Cup Race Lazio fa tappa a Pescara, sulla splendida “Pista dell’Adriatico”.
Una tappa “anomala” ma che in realtà rappresenta un secondo importante punto di incontro tra i campionati Lazio ed U.M.A., anche se non si tratta realmente di una tappa di quest’ultimo campionato.
L’affluenza dei piloti ha largamente soddisfatto le aspettative e anche il meteo non ha creato enormi problemi, se non per il caldo torrido che però di questi periodi è abbastanza auspicabile.

Il circuito di Pescara si snoda su circa 900 metri ed è caratterizzato da tornantini, esse e 3 curvoni abbastanza veloci. Da sempre il tracciato è utilizzato per i test dei team data la sua completezza e la sua complessità tecnica.

E.N.D.A.S. Karting arriva qui con grande piacere, pronti per una manifestazione sportiva all’altezza della situazione.

I primi ad accendere i motori sono stati come sempre i piloti della 50cc Top Comer. Palombizio è il più veloce in qualifica ma in Gara 1 deve vedersela con D’Amico che combatte con i denti, ma che alla fine non riescie a superare l’avversario.
In Gara 2 la situazione è altrettanto accesa, ma stavolta è Martini Di Nenna ad inserirsi nella lotta per la vittoria. Palombizio fa segnare il giro veloce ma evidentemente non serve a staccare gli avversari. La lotta tra Palombizio, Martini di Nenna e D’Amico si protrae fino all’ultimo giro e vede l’arrivo anche di Cerroni. Al traguardo è photofinish. Vince Palombizio per soli 45 millesimi, davanti a Martini di Nenna e D’Amico nell’ordine.

Nella 60cc Mini Stoyanov è in Pole Position, mentre a millesimi Gentili e Salvini, schieratisi nell’ordine, si contendono la piazza d’onore.
Spenti i semafori succede di tutto. Stoyanov scivola dietro. Ancora peggio va a Salvini mentre Gentili è fuori dai giochi. Al comando risulta quindi un bravissimo Davide Congiu che vince con grande grinta, davanti a Mastronardi. Stoyanov chiude il podio.
In Gara 2 Mastronardi sfodera gli artigli e va via, lasciando la bagarre agli avversari e vincendo con 2 secondi di margine. Congiu si tiene stretta la seconda posizione e Stoyanov si deve accontentare di un terzo posto. Degno di nota il best lap di Salvini, giunto 4°, e la rimonta di Gentili, dal fondo fino alla 5a posizione finale.

La 60cc S.Baby è appannaggio di Bruscino, che dopo aver ottenuto la Pole Position conquista entrambe le gare. Bravissima anche Gioia Zegarelli, da un po’ di gare sempre al vertice ed in lotta per la vittoria.

Pole Position per Francesco Ostuni nella 60cc S.Mini. Simonelli è al suo fianco, mentre Durantini è in seconda fila.
Allo start i due mattatori della stagione prendono le misure per andar via, lasciando i problemi del gruppone a Simonelli, che ingaggia una lotta serrata con Pontarelli, Ceccarelli e Bruscino. Proprio quest’ultimo va a prendersi il 3° posto a fine gara. Sotto la bandiera a scacchi Ostuni passa per primo davanti al suo compagno di tenda.

In Gara 2 il poleman si ripete, coronando un triplete quasi perfetto. “Quasi” perchè alle sue spalle giunge un Durantini che sembra finalmente aver risolto i suoi problemi di set-up e fa segnare il best lap, nonché l’unico giro sotto i 40.000. All’arrivo è dietro al rivale per meno di 2 decimi, ad un passo dalla gloria.

Ottimo Bruscino che si conferma 3°.

Daniele Marinucci conquista la Pole Position nella categoria 125cc Tag. Al suo fianco si schiera Parente, distaccato di poco più di un decimo.
In Gara 1 Marinucci ha un ritmo leggermente migliore del rivale e lo gestisce al meglio, giro dopo giro, arrivando per primo sotto la bandiera a scacchi e accumulando un distacco di un secondo e mezzo. Sotto i riflettori anche Gasbarro della 125cc S.Tag, che risale dal fondo, fa segnare il giro più veloce ed è 3° generale.

In Gara 2 non c’è storia. Marinucci vola verso la vittoria indisturbato, mentre Parente incappa in una difficile lotta con Gasbarro dalla quale però uscirà vincitore.
Nella 100cc Unica trionfa Davide Pezza.

Per soli 9 centesimi Alei è il poleman della 125cc X30. A completare la prima fila c’è Andrea 66, in ottima forma ultimamente.

In Gara 1 le posizioni restano quasi totalmente stabili: Alei vince con un discreto margine sul gruppone. Seguono Andrea 66, Turriziani e Cimmino nell’ordine. Perde diverse posizioni invece K89.

In Gara 2 l’ordine di arrivo non sconvolge la classifica. Alei vince e fa segnare il giro veloce. Andrea 66 chiude con un ottimo secondo posto e Turriziani è 3°.

Nella classe col cambio, ottima Pole Position per Damiano Peretti (125cc Top Driver). Al suo fianco il poleman della Rookie, Roberto Mariani.
Peretti non ha problemi. Vince entrambe le finale mentre dietro la lotta è di fuoco.
In Gara 1 De Luca sopravanza Mariani, finendo con circa 6 decimi di vantaggio sul rivale.

In Gara 2 Mariani fa segnare il giro veloce di categoria ma non basta: De Luca trionfa, giungendo alle spalle di Peretti e primo di categoria.

Perillo completa il podio della 125cc Rookie mentre Novelli è il leader della 125cc Over.

Giunge così al termine un nuovo atto di questo campionato. Ringraziamo i piloti che sono accorsi numerosi nonostante il caldo asfissiante e la comprensibile voglia di tuffarsi in mare.
Siamo contenti di questi risultati che sono prova di un’approvazione dei nostri soci che per noi è fondamentale. Un evento motoristico ha diversi ingredienti. Alcuni ce li mettiamo noi con il nostro impegno, le nostre competenze e la nostra passione. Altri ce li mettete voi, con la vostra partecipazione e il vostro rispetto.
Ora ci vediamo dopo la pausa di Agosto ma da parte nostra già si sta lavorando in vista dei prossimi eventi e soprattutto per la QUEEN CUP RACE 2018, la FINALE NAZIONALE ENDAS che tutti stiamo aspettando.
Restate con aggiornati sui nostri canali per tutti gli aggiornamenti.
BUONE VACANZE A TUTTI!

Attachment